GAM - Gruppo Archeologico Monteclarense
  RASSEGNA STAMPA
     
  Quotidiani, periodici, riviste  
       
  Atlante Bresciano Atlante Bresciano  
       
       
  BCCnotizie BCCnotizie  
       
       
  Bresciaoggi Bresciaoggi  
       
       
  Giornale di Brescia Giornale di Brescia  
       
       
  Gli speciali di Portobello Gli speciali di Portobello  
       
       
  Il Gazzettino Il Gazzettino  
       
       
  La Vita Monteclarense La Vita Monteclarense  
       
       
  L'Eco della Bassa Bresciana L'Eco della Bassa Bresciana  
       
       
  Montichiari Week Montichiari Week  
       
       
  Paese Mio Paese Mio  
       
     
  Pubblicazioni scientifiche  
       
  Brixia sacra Brixia sacra  
       
       
  Civiltà Bresciana Civiltà Bresciana  
       
       
  Notiziario - Soprintendenza Notiziario - Soprintendenza  
       
       
  Tesi di Laurea Tesi di Laurea  
       
     
  Bibliografia  
       
  Bibliografia Bibliografia  
       
 
 MAPPA SITI ARCHEOLOGICI
       
  Galleria di mina nella Rocca medioevale Galleria di mina nella Rocca medioevale
L’intervento (anno 1997) Nell’ambito dello studio intrapreso sulle evidenze medioevali ...
 
       
  IL PAST
  PAST - Palazzo dell’archeologia e della storia del territorio
 
PAST
Museo
Palazzo dell’Archeologia
e della Storia
del Territorio
Comune di Montichiari
 
 
 

Rassegna stampa

Giornale di Brescia

 - Giornale di Brescia

 
Montichiari: una delle fornaci settecentesche scoperte durante lavori di sbancamento.
 
MAPPA SITI ARCHEOLOGICI
       
  Le fornaci settecentesche del Lazzaretto - Vai alla scheda Fornaci per laterizi del Lazzaretto  
       
 
20/04/2008

Montichiari, ecco le fornaci del Duomo


Scoperta archeologica vicino al colle di S. Pancrazio: alla luce due manufatti serviti per la costruzione della chiesa

 

A un centinaio di metri dal colle di San Pancrazio, mentre stavano sbancando il terreno per una nuova lottizzazione, le ruspe hanno portato alla luce mattoni cotti e semicotti, una pavimentazione e altro ancora. Una verifica del Gam, il Gruppo archeologico monteclarense, ha consentito di scoprire ciò che si nascondeva fra quei laterizi: due fornaci dei primi anni del Settecento che, probabilmente utilizzate per la costruzione del duomo di Montichiari, erano poi state ricoperte sotto uno strato di terra.
I due manufatti sono stati «presentati» ieri. Si tratta di fornaci a camera, che si distinguono per conformazione e dimensioni. La prima fornace, orientata  nord-sud, è lunga 9 e larga 4,50 metri, mentre la seconda, orientata est-ovest, è un po' più grande: 5,35 metri di larghezza e 13,45 di lunghezza (essendo mutilata nella parte finale, in origine doveva essere qualche metro più lunga).
Ieri alla presentazione c'erano Gianantonio Rosa ed Elena Zanola (sindaco e il vice sindaco di Montichiari), Paolo Chiarini, presidente del Gam, e Andrea Breda, della Soprintendenza archeologica di Brescia.
Chiarini ha ricordato che «questi ritrovamenti sono il frutto delle ricerche che, anche grazie all'ottimo rapporto instaurato con 1'Amministrazione comunale, facciamo spesso.
Anzi, direi che questo è un classico esempio. Si stavano facendo lavori di lottizzazione, quando sono venuti alla luce alcuni reperti. Siamo subito intervenuti, e questi sono i risultati».
«L'Amministrazione comunale - hanno detto Gianantonio Rosa ed Elena Zanola - si complimenta con il Gam e la Soprintendenza per questi nuovi, eccezionali ritrovamenti, ma anche per il lavoro sempre così approfondito che portano avanti. A questo proposito ricordiamo che al Museo Bergomi, fino a fine anno, è aperta la bellissima mostra sui Longobardi, che ha ricevuto lodi ed apprezzamenti anche fuori dalla nostra provincia, e che testimonia la vitalità della nostra città sotto il profilo storico e culturale».
Dopo aver ricordato che «questi manufatti sono uguali a quelli di epoca romana», Andrea Breda ha annunciato che le due fornaci verranno ricoperte, perché «a meno di isolarle in un ambiente semibuio, con temperatura e umidità costanti, sarebbe impossibile evitarne il deterioramento. La fragilità del materiale che caratterizza il 90% dei resti rende le strutture inadatte alla conservazione all'aria aperta, perciò, in attesa di future decisioni, verranno interrate e tutelate in questo lembo di lottizzazione che rimarrà verde pubblico». (gaf)

 


torna indietro
 
 
       
  Home | Gam | Contatti | Soprintendenza | Campi di scavo
Mappa siti archeologici | Età Archeologiche | News

GAM - Gruppo Archeologico Monteclarense - Via XXV Aprile, 40 25018 - Montichiari (Bs)
Per contattarci clicca qui | Web credits | Copyrights | Mappa del sito
XHTML CSS